Come esportare con Cubase tutte le tracce Midi e VSTi singolarmente e in una sola volta

A completamento del precedente tutorial su come esportare le tracce audio singolarmente, ecco un breve esempio di come si può ottenere un analogo risultato partendo da tracce Midi associate a Virtual Instruments…ebbene, non si può! Almeno non nei termini in cui è possibile esportare un gruppo di tracce audio con i comandi Esporta Selezione o Esporta Tracce Selezionate.

Il motivo di questa impossibilità è che le tracce Midi/VSTi non sono in realtà delle tracce audio e quindi per renderle tali è necessario un processo preliminare di bouncing

tuttavia, qualche piccolo trucchetto è possibile.

Creiamo quindi un progetto e carichiamo uno strumento virtuale (in questo esempio è stato utilizzato Hypersonic 2). Sono state registrate 3 tracce, assegnate rispettivamente a Batteria, Contrabbasso e Piano (il classico trio ?cess?, non essendo propriamente io un jazzista affermato).
A questo punto, per poter fornire tutte le tracce del progetto ad un altro musicista che non dispone di Hypersonic, l?unica strada sarebbe il mixdown integrale e separato delle tre tracce Midi; l?operazione classica prevede il posizionamento dei locatori, e l?export delle tracce una alla volta, con una discreta perdita di tempo.
Fortunatamente, esiste una soluzione; il comando Freeze  è in grado di convertire in breve tempo e senza ulteriori operazioni la traccia Midi in traccia audio. Una piccola complicazione può nascere se si sta usando un VSTi multitimbrico, come un campionatore software o, appunto, Hypersonic, che consente il caricamento di più patches contemporanee. In questo caso il comando Freeze esporterebbe in un sol colpo tutte le tracce mixate però in un? unica traccia stereo.

Come fare?

Per prima cosa, occorre attivare, nella finestra (F11) di caricamento dei VSTi, l?opzione che abilita le uscite virtuali dello strumento, ed assegnare ad ogni suono un?uscita software separata. Hypersonic dispone di 4 coppie di uscite virtuali, ciascuna delle quali viene indirizzata ad un canale del mixer di Cubase.

Figura 2

Questa funzione non è presente in SX3 e nelle precedenti versioni di Cubase: in queste releases, tutte le uscite virtuali vengono sempre visualizzate nel mixer; tutte le altre operazioni sono però identiche.

A questo punto, assegniamo ad ogni strumento un?uscita: al piano la prima coppia, al contrabbasso la seconda e al drumkit la terza, nel campo Out  della pagina Mix di Hypersonic.

Ora possiamo procedere al Freeze delle tracce virtuali.

Figura 3

Il comando Freeze è un?iconetta con il disegno di un fiocco di neve posta in alto a sinistra nello slot di caricamento dells strumento virtuale; una volta attivata, compare un campo in cui, selezionando l?opzione ?Freeze Instrument e Canali? sarà possibile generare con una sola operazione tante tracce audio quante sono le uscite virtuali disponibili (nel nostro caso 4).

I files generati si trovano nella cartella Freeze, contenuta nella cartella principale del progetto, e sono normali files .wav che possono quindi essere, ad esempio, riesportati in Mp3 o salvati assieme al progetto per spedirlo ad un altro musicista o fonico sprovvisto dello strumento virtuale utilizzato, in modo che possa lavorare sul progetto stesso con tutti i suoni previsti.

Figura 4

Avendo utilizzato solo 3 suoni, la traccia denominata Hyper 4 è vuota e può essere cancellata;

l?unica noia è che Cubase non nomina le tracce con il suono che dovrebbero contenere, e quindi l?operazione va fatta a posteriori.

Logicamente non è possibile mettere in freeze tutti i VSTi contemporaneamente, però con questa procedura si può risparmiare parecchio tempo, anche facendo il paragone del tempo impiegato a compiere un mixdovn singolo rispetto ad un freeze singolo, molto più veloce.

Una volta compiuta l? operazione, è possibile ripristinare il VSTi con la funzione ?Unfreeze?, cliccando nuovamente sull? icona Freeze e avendo cura di selezionare l?opzione ?conserva file freeze?, che permette di mantenere i files audio risultanti, che altrimenti verrebbero eliminati.

Figura 5

Buon lavoro a tutti, e attenti ai raffreddori!

Valerio Nigrelli inizia prestissimo a farsi le ossa nei service audio scaricando furgoni di attrezzature. Appassionato di home recording lavora nel campo ormai da circa 20 anni. Dal giugno del 2005 ha raggiunto col nickname cubaser (visto il suo sviscerato amore per questo software) la comunità dei forum di cubase.it.