SoundGym.co: Ear Training Audio per tutti.

In questo sito si è affrontato spesso l’argomento “Ear Training” sia per il musicista sia per il tecnico del suono. Le due discipline non sono così distanti in realtà, ed è bene che chiunque voglia manipolare seriamente il suono abbia le idee chiare su come migliorare le capacità di ascolto: allenandosi, allenandosi, allenandosi.
Come farlo in modo moderno? Con un servizio online naturalmente, uno strumento dedicato all’Ear Training Audio per produttori e tecnici e, secondo noi, anche per molti musicisti: la palestra di SoundGym.co
a cura di cj

Nato nel 2016, SoundGym.co è un servizio online che utilizza la metafora della sala pesi in palestra (Gym) per formare e allenare chi è interessato a migliorare i propri “muscoli” sonori. Per fare questo sono previsti una serie di esercizi che vanno dalla semplice attività cardio per chi inizia, a più pesanti attività muscolari per chi vuole migliorare anche ulteriori aspetti più specifici. In questo caso ovviamente si parla sempre di suono, tranquilli, non c’è da portarsi l’accappatoio e il cambio, ma come per ogni tipo di allenamento (training) ci sono diversi livelli di impegno e difficoltà e se si vuole raggiungere un obiettivo bisogna lavorare, non ci sono scuse!

Bell’incoraggiamento, direte voi. La verità però la sapete benissimo 😉 e se per lavoro o passione siete interessati a migliorare il vostro orecchio e di conseguenza il vostro lavoro sul suono, la parte teorica non serve a molto se poi non si usano le orecchie per ascoltare.

SoundGym.co

SoundGym.co

SoundGym offre proprio questo, un ritrovo online per chi voglia praticare Ear Training Audio in una serie di giochi multimediali e interattivi dedicati a test ed esercizi su equalizzazione, livelli, dinamica, riverbero e altre caratteristiche relative al suono che vedremo più avanti.

L’ambiente è un fattore importante per invogliare all’esercizio e la proposta di SoundGym è sintetizzata nell’espressione inglese “gamification” (da game), ovvero nella trasformazione degli esercizi in giochi e nella creazione di una comunità di appassionati (e abbonati) con la voglia di confrontarsi per cercare di aumentare il livello in graduatoria.

SoundGym: Allenamento giornaliero e personalizzato

Essendo un servizio online, la prima cosa che si deve fare è iscriversi approfittando della versione gratuita.

SoundGym: scelta del tipo di programma

Dopo le solite procedure di attivazione account, ci viene chiesto di selezionare tutte le abilità di ascolto critico nelle quali desideriamo migliorare:

  • Frequency Recognition (Riconoscimento Frequenze)
  • Detect EQ Filter Types (Riconoscimento Tipologie Filtri EQ)
  • Compression and Dynamics (Compressione e Dinamica)
  • Sound Location and Stereo Impression (Localizzazione Suoni nello Spazio e Gestione Immagine Stereofonica)
  • Detect Gain Level Differences (Riconoscimento Differenze Livelli)
  • Distortion and Sound Quality Recognition (Riconoscimento Distorsione e Qualità Sonora)
  • Set Delay Time Accurately (Impostazione Accurata Tempi Delay)

 

La selezione delle attività nella quali si desidera migliorare…

E naturalmente noi le scegliamo tutte 🙂 .

Il passo successivo sono alcuni test per stabilire il livello di preparazione, più precisamente con i giochi chiamati “Peak Master”, “DB King” e “Pan Man”.

Peak Master

Nel primo, Peak Master, si cerca di indovinare, sul loop audio proposto, una frequenza incrementata con un EQ a campana usando il confronto A/B tramite apposito tasto. Il gioco propone livelli di difficoltà crescente in cui l’ampiezza della banda via via si restringe, si guadagnano più punti se si centra al meglio la frequenza centrale della banda piuttosto che gli estremi. Dopo tre vite si “muore”. Evviva!

 

DB King

In DB King lo scopo è indovinare la differenza di ampiezza espressa in dB applicata a un loop audio, utilizzando anche qui il confronto A/B per fare il paragone. La scelta è fra due risultati, per esempio fra -2 e -6 dB, e il livello aumenta con il diminuire della differenza. Ovviamente 3 sbagli e sei fuori.

Pan Man, infine, completa il test di ingresso proponendo un quiz sul posizionamento nel panorama stereo del suono utilizzato come loop. Anche qui a precisione maggiore corrisponde un miglior punteggio, e non è che sia così scontato e banale come esercizio e gioco, se non si presta attenzione.

Al termine sarà mostrata una schermata con il nostro punteggio rispetto al resto della comunità per ciascuna delle tre tipologie di esercizio appena svolte. 

 

A questo punto siamo dentro come utenti di SoundGym.

SoundGym

L’account free non scade ma si è limitati ai tre esercizi appena descritti che, anche se possono sembrare pochi, in realtà sono più che sufficienti per provare a fondo il prodotto, perché raggiungere punteggi alti e livelli migliori di precisione nelle risposte non è per niente facile e richiede tempo ed esercizio. Anche solo imparare come funziona il gioco stesso richiede un minimo di pratica. 

L’abbonamento limitato ha in comune con quello a pagamento il fatto che, una volta terminato l’allenamento (workout) quotidiano, non sia possibile effettuarne un altro fino al giorno dopo e questo ha lo stesso senso di un lavoro equilibrato e mirato in palestra.

Nel primo caso (abbonamento free) quel che resta da fare è aspettare, curiosare in giro nella Community e nelle Statistiche o andare dal Dottore per un test dell’udito.

Questo si fa navigando la sezione Games dove si trovano anche tutti i tipi di “giochi” che è possibile sbloccare abbonandosi e che vedremo più avanti.

Doctor Doctor, Please…

Il test dell’udito va svolto con le cuffie e in un ambiente possibilmente non rumoroso. Dopo aver impostato il volume a zero, viene emesso un suono di rumore rosa e chiesto di alzare il livello fino a quando non si percepisce il rumore minimo. Successivamente viene fatto suonare lo sweep di una sinusoide dai 20000 Hz in giù e, non appena si avverte qualcosa, si preme un pulsante a schermo. Quest’ultimo dettaglio, ovvero il gesto “mouseUp” tipico dell’azione del pulsante del mouse che automaticamente include una piccola latenza “meccanica”, limita la precisione del risultato ma la prova è su quattro ascolti per orecchio e, se il risultato non è abbastanza uniforme, ci viene chiesto di effettuare nuovamente il test.
È anche abbastanza facile barare, basta alzare il volume per avere un miglioramento ma non è che abbia molto senso…

 

Games

Come detto nella pagina Games trovano posto, per gli abbonati al servizio, gli altri giochi ai quali è possibile partecipare senza limiti e che non fanno parte del programma di allenamento giornaliero. Oltre a Peak Master, DB King e Pan Man nel momento in cui scriviamo sono presenti altre 7 attività:

EQ Cheetah / Equalization
Questo esercizio è come Peak Master, occorre individuare la frequenza del filtro a campana con un confronto A/B ma… di fretta! Si cerca di dare più risposte possibili in 60 secondi.

Dr. Compressor / Dynamics
In questo esercizio si cerca di capire quale dei due suoni sia più compresso confrontandoli in modalità A/B senza limiti di tempo. Una aggiunta interessante sarebbe quella di sapere i valori di compressione dopo aver risposto, ma al momento questa caratteristica non è disponibile.

Filter Expert. L’interfaccia e le funzionalità di rinnovano sempre, qui la grafica durante la scrittura di questo articolo che è stata cambiata in quella più “professionale” che vedete nelle altre foto degli esercizi

Filter Expert / Equalization
In questo gioco bisogna scegliere tramite il solito confronto A/B quale dei due tipi di equalizzazione mostrati sia quello corretto. In questo caso occorre avere chiari i concetti di base di un EQ e il significato di termini come peak, shelf o cut/pass.

Kit Cut / Equalization
Questo esercizio è il contrario di Peak Master, infatti occorre indovinare la frequenza di taglio piuttosto che quella di incremento utilizzando sempre lo stesso tipo di filtro ma applicato, appunto, con valori negativi.

Ops, you’re DEAD!

Delay Control / Space & Time
L’obiettivo principale di Delay Control è quello di scegliere il tempo di delay giusto che è stato applicato al suono, confrontandolo con quello dry usando un pulsante A/B.

Distorted Reality / Quality
In questo gioco sono presentati due suoni e occorre distinguere quale fra i due sia il più distorto.

SoundGym.co: Distorted Reality (vecchio stile)

 

Reverb Wizard / Space & Time
Uno degli ultimi esercizi presentati in ordine di tempo da SoundGym è questo Reverb Wizard, che offre l’ascolto di 3 suoni riverberati tra i quali bisogna indovinare quello che ha le impostazioni diverse dagli altri 2.

L’utilizzo di SoundGym.co richiede Google Chrome o un dispositivo Android e, nel momento in cui scriviamo, è stata annunciata anche la piena compatibilità con Safari per Mac e per iOS di tutti gli esercizi.

Il fatto di essere un servizio online permette allo sviluppatore di presentare le novità in tempo reale e l’aggiunta di nuovi esercizi, nuove funzionalità e miglioramenti nella gestione della propria palestra personale sono il “premio”, pagato ovviamente, per l’abbonato fedele.

Lo scopo, oltre alla ricerca sonora, è evidentemente quello di creare una comunità che funzioni come tale. La Dashboard, la pagina iniziale dell’abbonato che corrisponde a “Community” nella versione free, mostra un flusso di notizie in stile social network di colore blu ma dove tutto è mediato dai colori, dai simboli e dal senso di SoundGym.co.

SoundGym Dashboard

Ci sono dei simil gruppi che sono gli “Spaces” ai quali ci si può iscrivere e, più importante, è presente una sezione con dei video selezionati su argomenti del mondo audio, con i quali si possono guadagnare dei “Learning Point” che vanno a curriculum.

Un altro limite della versione gratuita è nella scelta delle fonti sonore che è abbastanza ridotta. Si potrebbe pensare che l’abbonato abbia piena facoltà di decidere cosa far suonare, invece no! Dovrà faticare e guadagnare, tramite gli allenamenti, abbastanza Soundcoin da potersi permettere di scegliere fra una selezione più ampia di suoni e generi diversi.

Come spendere i Soundcoin 1

Questa moneta virtuale, che ovviamente non prevede cambi in valuta reale, permette di acquistare oltre alla musica anche una serie di gadget per andare ad arricchire il proprio profilo e che potete vedere nella galleria fotografica

Come spendere i Soundcoin 2

Ecco infine ricapitolate le differenze tra le due versioni:

Training limitato

  • Allenamenti di base
  • Stessi 3 giochi ogni sessione
  • Suoni di base

Training Pro 

  • Tutti e 10 i giochi (al momento della scrittura dell’articolo)
  • Allenamento completamente personalizzato e focalizzato
  • Suoni Premium
  • Diario dei progressi

 

Per concludere 

Indovinare una precisa frequenza tagliata o aggiunta in una certa gamma di ottave, così come puntare esattamente il posizionamento nel panorama stereo espresso in centesimi (per canale) è qualcosa che chi lavora fa tutti giorni all’interno della propria DAW, nel senso che tutti i giorni deve prendere decisioni considerando questi e altri mille parametri. 

Trasformare in gioco alcune di queste abilità ribalta la prospettiva, offre un punto di vista diverso, un nuovo modo di imparare sia per chi sta agli inizi sia per l’esperto, se ne ha voglia.

Nei videogiochi si migliora sbagliando, o perdendo una delle “vite” a disposizione e, se l’utente vuole raccogliere la sfida, ecco che il lato ludico prende il sopravvento e le minuscole differenze nei valori di alcuni parametri, che per certi versi possono sembrare inutili e banali come accennato all’inizio, diventano di importanza fondamentale per guadagnare più punti, migliorare in classifica e avere una scusa per giocare e fare esperienza dagli errori. 

Il prezzo (oggi) è di 15 dollari al mese, 12,20 Euro al cambio, che possono essere ridotti a 10 dollari pagando in anticipo un anno. Se ci si registra e ci si abbona entro 24 ore dalla registrazione ci sono ulteriori sconti, non costa poco ma il servizio è talmente dedicato e specializzato che il prezzo alla fine rientra nella norma, se si considera che Spotify costa 10€ al mese ma ha milioni di abbonati. 

Come strumento didattico di gruppo se qualche scuola italiana fosse interessata, non da ultimo segnaliamo che per le strutture didattiche sono previsti dei programmi e servizi dedicati con sistema di gestione e registro studenti/lezioni che possono essere consultati a questo indirizzo: https://www.soundgym.co/site/education  

SoundGym.co è un strumento indubbiamente per appassionati, esattamente come per le altre applicazioni di Ear Training che sono state recensite su queste pagine e che troverete come collegamenti automatici a fondo articolo.  Per chi è veramente curioso o un vero e proprio “audionerd” 😉 , oltre all’abbonamento gratuito, la cosa ideale sarebbe provare almeno un mese la versione completa prima di scegliere se pagare un anno. 

Non per la qualità dell’interfaccia, dei giochi e di tutto il resto, che a parere di chi scrive sono più che ottimi e sono in continuo miglioramento, ma per tarare quanto ci si possa appassionare a lungo termine a quello che è uno strumento molto utile per crescere ma per forza parallelo al mondo reale, ovvero quello della “DAWification“, passateci il termine, alla quale alla fine bisogna sempre tornare!  😉

 

Buon Ear Training Audio a tutti!

cj

 

Per maggiori informazioni:

Per le Istituzioni didattiche

 

 

 

cj è Claudio Januario, ideatore e realizzatore di questo sito fin dalla sua nascita nel 1999. Appassionato da sempre di tecnologie musicali è docente Steinberg certificato da non si ricorda più quanto (vero!), è diplomato in Musica Elettronica, Tecnico di Sala di Registrazione, quella cosa che un anno dopo hanno chiamato Tecnico del Suono. Può essere contattato attraverso i forum oppure all’indirizzo c.januario@    😉

 

 

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva