Se questo sito ti è utile fai una donazione!
Tutti i contributi andranno a coprire i costi per il mantenimento del sito e del forum.
Un grosso grazie a chi vorrà supportarci.
I Forum di Cubase.it, il sito italiano su Cubase, Audio, MIDI e Home Recording


Post New Topic  Post A Reply
Profilo Personale | Registrazione | Cerca nel Forum | Faq del Forum | Pagina Principale
  next oldest topic   next newest topic
» I Forum di Cubase.it, il sito italiano su Cubase, Audio, MIDI e Home Recording   » Il Resto   » La Stanza di Cubase.it   » Armonia e melodia (Page 11)

 - UBBFriend: Spedisci questo topic ad un amico  
This topic is comprised of pages: 1  2  3  ...  8  9  10  11  12  13 
 
Autore Topic: Armonia e melodia
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 20. Settembre 2016 18:44      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
non è che tu sia serioso o bacchettone, è che dipende dal contesto in cui se ne parla e dal relativo auditorio.

in quel caso, in mezzo ad un concerto, o in uno spettacolo televisivo (Fiorello che citavo), logicamente questi erano i concetti che potevano essere sintetizzati simpaticamente in modo efficace ad un pubblico generalista.

Una lezione di armonia al Conservatorio sicuramente è diversa, così come lo può essere anche questo thread, con il tuo prezioso contributo e le mie inquiete domande e irriverenti esempi...

Comunque non ci trovo nulla di grave in questo video, ciò che dice è comunemente riscontrabile ai più. Se neghiamo questo come punto di partenza... da cosa partiamo? Poi l'armonia è ben altro, non solo un singolo accordo.

Potrei proporre un video che sto guardando e riguardando e risuonando con molto interesse, non fosse altro per il fatto che si imparano accordi con circa dodici dita avendone solo 10....

https://youtu.be/lzOGpVYxKrY

e questa è la canzone originale, di cui esistono poi moltissime versioni internazionali in varie lingue, oltre a cover

https://youtu.be/cF8IfktCgqk

è un video in inglese dove viene proposto un arrangiamento di una canzone di semplici quattro accordi, in una marea di note... nello stile proposto.
ci sono i tasti del pianoforte, ed è comodo perchè si può imparare guardando la tastiera.

si dice una cosa nei primi minuti(il video è lungo...) verso l'inizio, a proposito della memory bank della gente a cui è destinato l'arrangiamento. il musicista deve scegliere l'arrangiamento in base della capacità di riconoscere lo stile, gli accordi usati nel genere per la stessa canzone a seconda del tipo di pubblico/uditorio.

tanto per aggiungere qualcosa alla nostra amabile discussione... [Smile]

Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged
maudoc
Member
Member # 3815

 - posted 20. Settembre 2016 21:52      Profile for maudoc   Email maudoc         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
quote:
Originally posted by maurix:
Ecco il video di cui parlavo: https://youtu.be/VC5jL2MvBHA

Dal minuto 4:30 c'è una piccola lezione di armonia e significanza emotiva degli accordi.

Che dire, sarò io ad essere un bacchettone, un serioso, ma per me stamo proprio messi male. [Roll Eyes]

Beh, qui Liga ha fatto il pippone degli accordi solo per togliersi il sassolino dalla scarpa che la critica "dotta" gli aveva messo. Un po' patetico ma anche Guccini con "L'avvelenata" aveva fatto qualcosa di simile in maniera molto più creativa, diciamolo.
Un esempio dove il minore non è poi tanto triste è
questo
Il ritmo ha sicuramente un ruolo preponderante
Per chi volesse l'originale con l'autore QUI
Su DR, ormai leggenda della chitarra, non si può aggiungere nulla. Il fraseggio di Grappelli non finisce di stupirmi.

Certo che il Liga vicino a quanto sopra ci potrà mettere anche tutta la scala maaa...però non per questo va offeso. Ogni genere ha la sua dignità quando emoziona. Personalmente non mi entusiasma ma lo rispetto.

Messaggi: 4117 | Data Registrazione: Giu 2004  |  IP: Logged
maurix
Moderator
Member # 2135

 - posted 21. Settembre 2016 20:50      Profile for maurix   Email maurix         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
quote:
Originally posted by frankvenice:
Comunque non ci trovo nulla di grave in questo video, ciò che dice è comunemente riscontrabile ai più.

Ah certo, ma dipende a chi ti riferisci con "i più".
Se parliamo del tuo dentista è perfettamente normale che possa avere un idea imprecisa o semplificata della musica.

Ma prova a chiedergli che cosa penserebbe se un suo illustre collega parlasse di implantologia dicendo cose inesatte e facendo ironia con le banalità che circolano su quell'argomento.

La cosa grave non è che "il più" dei cittadini italiani abbia una cognizione semplicistica della musica, lo è a mio modesto parere il fatto che un addetto ai lavori molto popolare e amato cavalchi questa ignoranza e la rafforzi.

Poi ripeto, mi rendo perfettamente conto di apparire pedante, rigido su una cosa che andrebbe presa alla "leggera",
ma resto sinceramente convinto, e non vale solo per la musica, che quando un personaggio famoso parla di un argomento disinformando e/o dicendo baggianate, sta dando un pessimo contributo alla cultura del paese.

-------------

Il video che stai guardando è una prova lampante che un addetto ai lavori con buon senso non si può permettere di parlare di certi argomenti se non li conosce o se rischia di minimizzarli e banalizzarli.

Messaggi: 23146 | Data Registrazione: Mar 2003  |  IP: Logged
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 22. Settembre 2016 08:22      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
il tuo punto di vista è chiaro, ed è condivisibile alla fin fine, ad essere molto seri sull'argomento. Quello era uno show, non una lezione.

quindi il video che sto saccheggiando ( e ce ne sono altri, basati su metodi e combinazioni numeriche per imparare a gestire accordi e passaggi armonici "complessi" ) trovi sia interessante?

io sto provando ad imparare quella sequenza, non è proprio semplice.

Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged
Christian Lista
Member
Member # 11305

 - posted 22. Settembre 2016 09:21      Profile for Christian Lista   Email Christian Lista         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
Trovo entrambi i Vs ragionamenti condivisibili.
Capisco Maurix quando dice che così si rafforza l'ignoranza.
Capisco però anche frank quando dice che quella non era un aula ed il discorso comprensibilmente deve rimanere superficiale per non estraniare chi non conosce la musica.

Se entro in un Apple store e l'addetto mostrandomi il nuovo melafonino comincia a parlarmi degli algoritmi di programmazione, dopo 1 minuto mi ha perso. Io voglio sapere se c'è la scorciatoia per inviare un messaggio WhatsApp, se posso fare video in HD, se è resistente all'acqua. Dei 5km. di codice informatico che ci sono dietro non mi interessa niente.

Messaggi: 2586 | Data Registrazione: Lug 2008  |  IP: Logged
maurix
Moderator
Member # 2135

 - posted 22. Settembre 2016 18:42      Profile for maurix   Email maurix         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
Ma certamente che lo show è importante così come è importante mantenere una leggerezza nella comunicazione affinché sia largamente compresa, ma questo non obbliga a dire sciocchezze o cose prive di fondamento.

Si può essere spettacolari, leggeri e ironici anche dicendo cose che hanno un senso, si possono semplificare degli argomenti evitando di banalizzarli.

Se uno non lo fa o non ci riesce, secondo me deve essere criticabile (e criticato) chiunque egli sia.

Ve lo immaginate Muti che in un gremito teatro alla Scala fa un La maggiore sul piano e poi dice "questo accordo è perentorio" ?

O Adele alla Royal Albert Hall , che dopo aver cantato Someone like you confessa al pubblico che l'accordo diminuito fa schifo ?

Dai siamo seri [Big Grin]

Messaggi: 23146 | Data Registrazione: Mar 2003  |  IP: Logged
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 22. Settembre 2016 20:01      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
io volevo ritornare sul video che ho proposto...
lasciate perdere gli intendimenti gospel religiosi...
mi interessava molto imparare un po' a praticare i giri armonici/sequenze di accordi con cui arricchiscono l'armonia di un brano semplice.

durante e verso la fine del video, inserendo seste e none, e quant'altro, anche la melodia cambia nel senso che sviluppa, aggiunge e modifica note che certamente con i quattro accordi originali non starebbero in piedi.

ovvero il concetto è : l'armonia più elaborata può sviluppare nuove melodie, può arrichire indicando nuovi percorsi.

un concetto di ricerca senza andare troppo fuori dal seminato... alla fine sto cercando di introdurre nella mia semplice e amata musica italiana - più o meno cantautorale anzichè no - qualche "invenzione" armonica nuova... per nuovi avvincenti arrangiamenti.

un po' quello era il concetto di partenza o di percorso che mi ponevo nel thread. [Roll Eyes]

Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged
maurix
Moderator
Member # 2135

 - posted 23. Settembre 2016 14:44      Profile for maurix   Email maurix         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
Beh quel video è carino e fatto bene, ci sono sicuramente svariati esempi interessanti ed è buono vederli rappresentati sulla tastiera.

Lo stesso personaggio fa anche altri video.

Un approccio complementare per la familiarizzazione con queste armonizzazioni è quello di suonare/tirarsi_giù dei brani che ne fanno un uso abituale e non straordinario.

Questa pratica diciamo che forma l'orecchio e aiuta poi in seguito a fare il contrario, ovvero a immaginare un armonia meno consonante su una melodia che originariamente è stata armonizzata in modo più canonico.

Messaggi: 23146 | Data Registrazione: Mar 2003  |  IP: Logged
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 23. Settembre 2016 15:14      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
Quel che trovo complesso è dover calcolare un accordo su due mani, magari con rivolti e salti di nona,decima sulla sx. Magari indovino poi, ma ancora non riesco a coordinare mani suono e nome accordo, quando parliamo di tensioni complesse ed estese.

occorrerà come tu dici studiarli dove sono naturalmente presenti....

Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged
maurix
Moderator
Member # 2135

 - posted 24. Settembre 2016 14:24      Profile for maurix   Email maurix         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
Da non pianista ho grosse difficoltà ad eseguire gli accordi a quel modo, ma comprendo che suonarli così a parti late è una grande risorsa per tutto ciò che va oltre la quadriade perché certe soluzioni armoniche suonano meglio.

Per la fase di ricerca e sperimentazione comunque direi che non è tassativo l'uso di quelle posizioni, soprattutto poi se l'obiettivo finale è di rivedere brani che originariamente sono armonizzati per lo più con triadi.

Messaggi: 23146 | Data Registrazione: Mar 2003  |  IP: Logged
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 24. Settembre 2016 19:03      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
( adesso chi traduce questo tuo post dal giapponese al popolo...)

si, certo non è necessario squartarsi le mani per abbracciare improbabili 13sime... però in effetti escono accordi fantasmagorici.

io fatto è che li usano con una velocità, proprio un passaggio, una pennellata che colora quanto basta, e che mi "ripugna", ho un meccanico rifiuto delle dita ad andare lì dove vanno loro.

già cerco di andare oltre la triade, fino a qualche diminuita, sesta, undicesima, 5bemolle, quarta, settima aumentata, ci arrivo. Il mio caro Baglioni - e il di lui pianista Savelli che citai ad inizio Thread - , riarrangiando i suoi pezzi fa spesso questo tentativo di colorare, aggiungere qualche novità ai regular chords....major and minor (come dice Jamal nel video)....

Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged
maurix
Moderator
Member # 2135

 - posted 28. Settembre 2016 02:14      Profile for maurix   Email maurix         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
L'approccio mentale non lo trovo immediato, ma i risultati sonori sono interessanti
https://youtu.be/CXWh1RiIo0M
[Cool]

Messaggi: 23146 | Data Registrazione: Mar 2003  |  IP: Logged
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 28. Settembre 2016 08:14      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
si è quello che accennavo, il metodo numerico, avevo sfiorato questi video.
questo è interessante, perchè è semplice in apparenza, mescoli due posizioni di accordi maggiori in 5 o 4, coi rivolti, ed escono suoni davvero interessanti.
grazie.

dovrei coraggiosamente acquistare questi pacchetti e poi mettermi un po' di mesi sopra a studiarci.... avendo coraggio è probabile che possa trarre qualcosa di nuovo e di buono per i miei progetti.

vien voglia di cantarci sopra.... e secondo me si aprirebbe uno scenario per la canzone italiana, che potrebbe funzionare....

Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged
maurix
Moderator
Member # 2135

 - posted 02. Ottobre 2016 15:48      Profile for maurix   Email maurix         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
quote:
Originally posted by frankvenice:
.... e secondo me si aprirebbe uno scenario per la canzone italiana, che potrebbe funzionare....

Ecco secondo me a questo punto si crea la fase più delicata da un punto di vista estetico.

I video che abbiamo visto sono interessanti a prescindere, ma non è un dettaglio da poco che siano riferiti culturalmente al mondo musicale afro-americano.
Quel mondo, anche nelle sue espressioni più bianche, ha nel proprio Dna una componente di blues e dei generi che si sono sviluppati in seguito.

La canzone italiana, a parte poche eccezioni, non ha quella componente, per cui l'uso di certe soluzioni armoniche, se pur formalmente applicabile è rischioso perché va a cambiare la natura della composizione.

A mio parere. tornando a quello che era il tuo desiderio iniziale, ovvero il trovare gli "accordi imprevedibili" in una composizione tipicamente italiana, i riferimenti più importanti si posso trovare nella musica europea, nella musica colta del 1900, nonché nell'ampio bacino della musica latina, non solo ispanica.

Messaggi: 23146 | Data Registrazione: Mar 2003  |  IP: Logged
frankvenice
Member
Member # 13824

 - posted 02. Ottobre 2016 23:14      Profile for frankvenice   Email frankvenice         Edit/Delete Post   Reply With Quote 
esempio?
Messaggi: 3901 | Data Registrazione: Lug 2010  |  IP: Logged


Fuso Orario: CET
This topic is comprised of pages: 1  2  3  ...  8  9  10  11  12  13 
 
Post New Topic  Post A Reply Chiudi Topic    Sposta Topic    Delete Topic next oldest topic   next newest topic
 - Versione stampabile di questo topic
Hop To:

Contattaci | www.cubase.it | Cubase.it e la Privacy

© 2000 - 2023. Il materiale di questo forum e del sito è di proprietà di chi scrive. Nel caso vogliate citare del contenuto, indicatene sempre la fonte.

Powered by Infopop
UBB.classicTM 6.3.1.2

Se questo sito ti è utile fai una donazione!
Tutti i contributi andranno a coprire i costi per il mantenimento del sito e del forum.

Un grosso grazie a chi vorrà supportarci.