IK Multimedia iRig HD – iLine – iKlip 2

irig_HD 01Dopo una lunga attesa, IK Multimedia ha presentato la sua nuova interfaccia audio per collegare chitarra o basso ai dispositivi Apple e l’ha chiamata iRig HD. Questa versione sostituisce e affianca il vecchio e originale iRig, il primo della lunga serie di prodotti per iOS di IK a venire alla luce qualche anno fa, che si collegava tramite l’uscita cuffie. iRig HD invece offre una nuova connessione tramite il classico ingresso ingresso Dock 30 pin o il nuovo Lightning dei prodotti della casa di Cupertino.

Il pacchetto, in tipico stile IK, presenta il prodotto come “Digital Guitar Interface“, ma ovviamente nulla vieta di usare un basso elettrico, e permette di collegare lo strumento usando un connettore jack da un quarto di pollice, regolando il livello di ingresso con un cursore presente sul dispositivo, cosa molto comoda per impostare il volume del preamp integrato.

Dal punto di vista prettamente tecnico questa interfaccia a 24 bit può essere usata direttamente all’acquisto senza nessun bisogno di ulteriori accessori. Infatti, come detto, sono inclusi nella scatola un connettore lightning, un connettore 30 Pin, e un connettore USB per il collegamento con il Macintosh, quindi il prodotto si pone come un unico dispositivo adatto sia iOS che Mac OS X. Infatti, lato dispositivo, la connessione è la stessa che viene usata nella tastiera iRig Keyboard, di cui abbiamo parlato in questa pagina.

IK Multimedia suggerisce il download di AmpliTube free e Amplitube Fender free per iPhone e iPad dall’App store, e AmpliTube CS (Custom Shop) per Mac dal loro stesso sito (http://www.ikmultimedia.com). Nel caso dell’uso di Amplitube sotto iOS, con la registrazione del prodotto sul sito IK, vengono sbloccati due moduli di ampli e due effetti, come potete vedere dall’immagine. Sul fronte MacOS viene fornito un numero di serie per l’attivazione vera e propria di uno dei moduli del Custom Shop che si chiama Amplitube Metal.

 

irig_hd_amplitube

iRig HD & Amplitube

Possiamo ovviamente usare l’applicazione che preferiamo, nel dispositivo mobile o in quello fisso/portatile, sia essa un programma che offra direttamente una simulazione di amplificazione, oppure una workstation audio digitale (DAW) come quella che dà il nome a questo sito.

Per cercare di verificare la maggiore compatibilità possibile, abbiamo iniziato le nostre prove su un iPod touch di quarta generazione, prima serie. Appena abbiamo effettuato il collegamento ci è apparsa la fatidica scritta “accessorio non è supportato” ma è bastato staccare e reinserire il cavo che iPod ha riconosciuto il tutto senza alcun problema. Occorre dire che questo è il minimo per utilizzare con iRig, così come il minimo iPhone è iPhone 4 mentre gli iPad sono tutti compatibili. Abbiamo provato a inserire iRig HD anche in un iPhone 3Gs ma non c’è stato nulla da fare, la luce dell’alimentazione di iRig non si è proprio accesa.

iRig HD

iRig HD

Le prove che abbiamo effettuato successivamente sono poi andate a verificare la cosa più importante, ovvero risposta di iRig HD al tocco, che si è dimostrata adattabile alla mano del chitarrista in questione, sia su iOS che OSX, e con tutti i software usati, IK e non. Il cursore che controlla il livello dell’ingresso HI-Z permette di decidere la sensibilità anche secondo la tipologia della chitarra o basso collegati e relativi pick-up. In ogni caso, per avere un suono più aggressivo occorre alzarlo a livelli medio alti, in modo che la luce di controllo sia fra il giallo e il rosso (il livello più basso è indicato dalla luce verde). Per un controllo più pulito della sonorità, magari con simulazioni di ampli clean, la regolazione ottimale sarà più bassa ma la cosa importante è la presenza stessa del controllo stessp, che offre così l’opportunità di impostare al meglio il livello d’ingresso. Affidarsi alla sola regolazione software renderebbe iRig HD inutile!

iRig HD

iRig HD

iRig HD è anche abbastanza solido da poter cascare diverse volte prima di rompersi (non provate a verificare la cosa di persona però, l’ho fatto io almeno 3 volte e non di proposito), il materiale sembra resistente e leggero allo stesso tempo, così da non distruggersi se ci si inciampa e da non essere di fastidio quando collegato alla chitarra e al dispositivo, mentre si suona. Il cavo in dotazione non supera il metro ma è d’obbligo in questo caso ricordare le limitazioni imposte da Apple per la lunghezza dei cavi degli accessori per iOS che si vogliano fregiare del marchio “Made for…”. D’altronde se il cavo che userete per collegare la chitarra sarà abbastanza lungo, come è ovvio che sia non ci saranno problemi.

Il costo di iRig HD è, da listino sul sito IK, di 79,99€

Tutto sommato possiamo ritenerci soddisfatti da iRig HD, i 24 bit, i connettori già inclusi e la regolazione del gain sono le cose che mancavano al chitarrista IK, fermo al collegamento all’uscita cuffie, con tutte le problematiche del caso, quindi si tratta di un ottimo salto in avanti per il completamento di un’offerta sempre abbondante per gli apparecchi Apple. L’iRig base resta comunque in catalogo ad un prezzo molto vantaggioso.

Informazioni su: http://www.ikmultimedia.com/products/irighd

 


 

iLine

La ditta di Modena, oggi con ampia sede negli USA, ci ha mandato in visione anche la confezione di cavi denominata iLine. Si tratta di un pacchetto che contiene tutta una serie di cavi, 6, che saranno sicuramente utili prima o poi se avete intenzione di suonare con il vostro iPhone/iPod/iPad. Premesso che fra i nostri lettori ci sono molti “smanettoni” che avranno già tutti i cavi e adatattori possibili e immaginabili, la linea iLine sarà di aiuto a chi non ha molto in casa per questo scopo.

iLine music cables

iLine music cables

 

Come potete vedere da figura, gli adattatori prevedono tutti che da una parte ci sia la connessione per l’uscita cuffia dell’iCoso (*), mentre dall’altra parte ciascuno abbia la sua particolare connessione (altrimenti che adattatori sarebbero? 🙂 ).

Scherzi a parte, troviamo quindi un adattatore jack mono femmina da 1/4 per la connessione all’ingresso mono di un amplificatore, una estensione del cavo cuffie TRRS (l’unica che che porta anche il microfono), un collegamento a un ingresso stereo (jack maschio da 1/8) come quello AUX dell’autoradio, uno sdoppiatore dell’uscita cuffia, un adattatore con due jack RCA per lo stereo di casa e uno sdoppiatore mono (2 jack femmina da 1/4).

iLine

iLine

Personalmente ho metà di questi cavi da diverso tempo ma, a parte l’ottima fattura e il Made in Italy, il costo del singolo pezzo (che potete vedere al link della pagina prodotto) non è proprio dei più bassi però, si sa, se uno ha un telefono da più di 500 € (quando va bene) allora anche gli accessori saranno costosi. Il pacchetto da €49,99 invece invoglia all’acquisto facendo scendere il costo per cavo a circa 8.5 €.

http://www.ikmultimedia.com/products/iline

 


 

iKlip

Per finire di parlare di IK oggi, scegliamo la versione rinnovata di iKlip, iKlip 2 che abbiamo recensito in queste pagine

Lo ricordiamo, iKlip è quell’accessorio che permette di fissare un iPad o un iPad Mini ad un’asta. La vera differenza fra le due versioni è l’attacco posteriore, che in iKlip 2 presenta un attacco che migliora l’aggancio ad aste che non siano di misura standard, la vite è resistente e affidabile come la precedente, mantiene anche una certa durezza all’avvitamento, ma questo fa parte del pacchetto, se fosse facile svitarla non farebbe il suo lavoro. In più il sistema di rotazione dell’iPad stesso è più affidabile ed ora è abbastanza facile girare l’iCoso in modo da adattarlo alle proprie necessità.

iKlip 2

iKlip 2

Le due foto che vedete in questa pagina mostrano il gancio all’asta e il posizionamento in un punto non proprio felice, incastrato fra gli strumenti, ma facile comunuqe da gestire e ruotare nonostante tutto. Certo, studiare quello che è mostrato nella foto poi è un’altra cosa!

Un altro punto a favore, è la facilità di rotazione (quando c’è lo spazio), basta non stringere troppo la seconda vite, che l’iPad rimane fermo per essere usato anche per suonarci “tappando” senza nessun problema, o per variare l’angolo di visuale facilmente. Secondo noi un deciso miglioramento sulla versione precedente.

iklip2

iKlip 2

iKlip 2 costa €29,99

Per maggiori informazioni: http://www.ikmultimedia.com/products/iklip2

Ricordiamo che i prezzi che vedete in questa pagina sono quelli di listino che trovate sul sito IK Multimedia a cui va aggiunta l’IVA al 22%

Buon iSuonate a tutti

cj